top of page

Messina, l’approvazione in consiglio del nuovo Piano di Riequilibrio Finanziario per il rilancio



Si passa dal “Salva Messina” al “Rilancia Messina”, il Consiglio Comunale, riunitosi ieri pomeriggio per proseguire l’attività deliberativa ha approvato, con 18 voti favorevoli, 4 astenuti e nessuno contrario, la riduzione della massa debitoria del Piano di Riequilibrio. Contestualmente l’espunzione della massa relativa delle società partecipate è nascente, come specificato dal Sindaco Federico Basile, dalle osservazione della Corte dei Conti.


Con l’approvazione della Rimodulazione del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale ai sensi dell’art. 1, commi 992-994, della legge n. 234/2021 si prevederebbe, come appreso, un taglio della massa debitoria complessiva da 552 milioni ai 155, grazie ad azioni poste a partire dal 2019, con liberazione di risorse dal bilancio che potrebbero essere, così come comunicato, reinvestite in altri servizi.

Non si può che aspettare, a questo punto gli esiti della commissione ministeriale per la stabilità finanziaria degli enti locali e della Corte dei Conti.


Intanto il sindaco in un post Facebook “Con questa rimodulazione la cui scadenza era fissata al 29 luglio, il Comune libererà risorse per oltre 10 milioni di Euro dal 2023, che consentirà all’Amministrazione di poter attivare nuovi servizi per la comunità! 

Un plauso ai consiglieri che hanno consentito questo importante traguardo e che probabilmente poteva essere già raggiunto a febbraio 2022… andiamo avanti”. 

Comments


bottom of page