top of page

Messina, Liana Cannata nella squadra degli assessori di Basile. Ad aderire al progetto anche Schepis



Ieri, nel corso di una conferenza stampa il candidato sindaco Federico Basile ha presentare due nuovi elementi che si uniscono alla lista Basile Sindaco di Messina.

“ Da una parte, una scelta, quella del consigliere Giuseppe Schepis, che ha ovviamente un peso politico. - Spiega Federico Basile, - il contributo del consigliere Giuseppe Schepis in questi anni in aula è stato significativo, ha sempre lavorato e con lui ci siamo ritrovati sulle stesse priorità per la città di Messina. Dall’altra parte invece ho il piacere di presentare la figura di Liana Cannata, giovane, intraprendente, preparata e innamorata della città di Messina al punto tale da accettare senza alcuna esitazione la sfida a ricoprire le deleghe alle Politiche giovani e pari opportunità.”

Schepis nel condividere, ha detto che il suo impegno, si traduce nella volontà di contribuire a riportare la luce in questa città. “Sapete - ha detto il consigliere- il mio percorso iniziato nel Movimento 5 Stelle si è interrotto nel momento in cui si è interrotta la partecipazione costruttiva al dibattito politico limitandosi a dire no a prescindere. Questo mi ha spinto ad allontanarmi. Oggi il mio impegno è orientato a poter dare alla città una nuova vita politica e ritengo che Federico Basile sia il miglior candidato sindaco che Messina possa avere.”

Entusiasmo e voglia di fare sono stati manifestati anche da Liana Cannata, candidata nella lista Basile Sindaco e assessore designato con le deleghe alle Politiche giovanili e pari opportunità. Laurea in "Scienze di governo e della comunicazione pubblica", Master in "Management Politico”, impegnata nell’associazionismo, già candidata nel 2018 al Consiglio comunale di Messina nella lista civica "Diventerà bellissima". Liana Cannata ha detto di aderire al progetto Basile sindaco perché crede nella rinascita di Messina. “ Un percorso iniziato dal lavoro della giunta De Luca al quale sono felice di potermi unire. Ho accettato la sfida generazionale che Federico Basile mi ha lanciato perché credo fortemente nelle sue capacità e perché sono convinta - ha comcluso- che sia possibile restituire Messina ai giovani” .

Opmerkingen


bottom of page