top of page

Messina, Politiche Sociali: risposta ad Articolo 1 dell’Ass. Calafiore e Pres. Asquini



L’Assessore alle Politiche Sociali del comune di Messina, Alessandra Calafiore e la Presidente dell’Azienda Speciale della Messina Social City, Valeria Asquini, hanno diramato alla stampa una nota in risposta alle richieste di dati del coordinatore di Articolo 1, Domenico Siracusano, dove scrivono:

“In riferimento alla nota del Gentile Segretario di Articolo 1, illustriamo alcuni "numeri" di Messina Social City:
Trasporti Scuola Bus 590 Allievi trasportati ogni giorno; il servizio ha avuto inizio con l’anno scolastico 2019-2020 e gli alunni trasportati erano n° 375; Assistenza Minori con disabilta' 620 Assistiti; Assistenza Autonomia e Comunicazione 363 utenti, quando il servizio è stato avviato nel 2019, erano 150; Trasporto dedicato n° 173 assistiti; Assistenza igienico personale oltre 349 assistiti quando il servizio è stato avviato nel 2019, erano 255; Assistenza Domiciliare Anziani n° 429; Assistenza Domiciliare Anziani con Disabilità n°173 con molte unità in famiglie multiproblematiche; 32 spazi neutri attivi. ‘L’Estate Addosso’ - proseguono Calafiore e Asquini - è un progetto socio educativo che ha riguardato 967 ragazzi dai 16 ai 25 anni, in dettaglio i beneficiari: Beneficiari inseriti in Aziende: 727 Beneficiari inseriti in AZIENDE PRIVATE: 159 Beneficiari inseriti in AMAM: 26 Beneficiari inseriti in ATM:65 Beneficiari inseriti in UNIVERSITÀ: 38 Beneficiari inseriti in ARISME: 62 Beneficiari inseriti in MESSINA SERVIZI: 68 Beneficiari inseriti in MSC: 309. In un'ottica di integrazione dei servizi le attività del SEDT (Servizio Educativa Domiciliare e Territoriale), trovano realizzazione anche nelle azioni di Apprendimento intergenerazionale che vede protagonisti gli anziani ospiti di Casa Serena e che si inserisce nel più ampio progetto che l' Azienda porta aventi da tempo e che è finalizzato all'apertura al territorio di Casa Serena. L’obiettivo è favorire il potenziamento delle capacità residue dell’ospite restituendogli il suo ruolo centrale nella società come custode della memoria sociale, privilegiando l’attenzione responsabile all’aspetto relazionale e interpersonale, attraverso azioni di aiuto alla persona e di riappropriazione degli spazi cittadini ed anche attraverso percorsi ed attività intergenerazionali.
Questa è solo una breve ricostruzione sulle cose fatte e da fare che sono compendiate nel Piano Programma dell’Azienda che a giorni gli organi preposti decideranno se adottare e dove analisi e proiezioni determineranno la qualità e la quantità della spesa sociale per il prossimo triennio. Nel frattempo cerchiamo di garantire le prestazioni e i livelli essenziali, attraverso il progetto ‘Nuovi percorsi dell'abitare’ che darà una opportunità di lavoro stabile per 1.100 cittadini e con quello denominato ‘Mamme di giorno’, per e con almeno altre 100 donne concittadine cerchiamo di aumentare l'offerta dei servizi all'infanzia di altri 400 posti. Allora potremo dire di essere riusciti a trasformare servizi in politiche come ci chiede il segretario del movimento Articolo 1.
Obiettivi fondamentali dell’Amministrazione De Luca e fari che illuminano le politiche sociali sono essenzialmente due: pari dignità per tutti, ed in quest’ottica sono state sviluppate finora le scelte e le politiche riguardanti tutte le fasce sociali e pari opportunità per tutti perché ciascuno possa autorealizzarsi. Una lettura attenta delle politiche, dei progetti, delle azioni e dei servizi, attuati in ultimo tendono a ciò, una prospettiva difficile da perseguire, ma necessaria, perché l’economia e la qualità della vita di una città poggiano sulle condizioni di benessere personale, comunitario ed anche ambientale della propria comunità”, conclude il documento.

留言


bottom of page