top of page

Nuova stretta anti Covid-19 per i lavoratori di settore e i luoghi del sistema del trasporto



In attesa che il Governo prenda delle decisioni sulla durata del green pass e sulla discussa inattendibilità dei tamponi antigenici, e per non dover ricorrere a misure dure che hanno caratterizzato lo scorso inverno con il Natale in rosso e limitazioni per spostamenti, è partita anche la spinta sui vaccini dall' 1 dicembre per la fascia 40-59. Con ordinanza di ieri, i Ministri Speranza e Giovannini sono intervenuti sui mezzi pubblici. In particolare si tratta di misure comuni per i lavoratori di settore all'ingresso, di permanenza nei luoghi di accesso al sistema del trasporto pubblico (stazioni ferroviarie, autostazioni, fermate bus, ecc.) e all'interno dei mezzi. Stabilite inoltre restrizioni nei Grandi Hub ove insistono gate di accesso all’area di esercizio ferroviario (Milano Centrale, Firenze S.M.N., Roma Termini), e in ogni caso in tutte le stazioni, compatibilmente alle rispettive capacità organizzative ed ai flussi di traffico movimentati. Diversi i punti, alcuni dei quali, riguardano il numero massimo di passeggeri ammessi nelle aree di attesa comuni con distanziamento di almeno un metro, i controlli dei pass che, preferibilmente, si dispone vengano svolti a terra e prima della salita sul mezzo e la possibilità, in caso di viaggiatori con sintomi, di fermare il treno per procedere ad un intervento o prevedere appositi spazi dedicati.




Comments


bottom of page