top of page

Polizia ferroviaria, tempo di bilancio annuale: aumento dei controlli ma non solo




Il consueto bilancio annuale della Polizia Ferroviaria relativo all'operato svolto durante l'anno solare 2021 non tarda ad arrivare. Infatti, attraverso un comunicato stampa rilasciato dal Ministero dell'Interno, si rende noto che sono stati effettuati il 51% dei controlli in più rispetto al 2020, tutto ciò ha consentito 25 arresti e 155 indagini arricchite anche da numerosi sequestri di armi da fuoco e sostanze stupefacenti.


Secondo i dati divulgati dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nell'anno appena trascorso sono state impiegate 10.957 pattuglie in stazione e 1.238 a bordo treno. Non sono mancati nemmeno i servizi anti-borseggio, gli agenti in abito civile hanno dato il loro contributo per tutelare i viaggiatori.


La Polizia Ferroviaria è stata notevolmente impegnata anche in misure preventive per la tutela del territorio: 33 le operazioni complessive di cui 11 stazioni sicure per il controllo di attività illecite; 11 ''Rail Safe Day'' utili a sopperire ad atteggiamenti anomali che spesso sono causa di incidenti, 11 ''Oro Rosso'' contro i furti di rame, 3 ''Action Week'', finalizzata al potenziamento dei controlli.


Nel 2021 la Polizia Ferroviaria è riuscita a rintracciare 136 individui scomparsi, il dato allarmante è che 114 erano dei minori. Uno degli ultimi casi ha visto protagonista la squadra operativa della stazione di Catania. Gli agenti, avendo trovato una minorenne scomparsa ed in preda al panico sono riusciti a rintracciare in poco tempo i genitori, riaffidando così la bambina alla propria famiglia.



Non solo operazioni di recupero minori ma anche di supporto emotivo. Infatti, nella provincia di Agrigento, un uomo di 42 anni in stato di agitazione è stato soccorso dagli agenti. Il soggetto mostrava un evidente malessere, per l'impossibilità di raggiungere la sua abitazione a Belluno a causa di mancanza di denaro. Grazie al contributo economico degli uomini della Polizia Ferroviaria, l'uomo è riuscito a tornare dalla sua famiglia.



Nel 2021 non sono mancati anche pericolosi episodi che potevano registrare tragedie. Spesso si sono notate scorribande condotte sui binari ferroviari da ragazzi irresponsabili, senza considerare i pericoli possibili presenti sulle rotaie. Alla luce di ciò, la Polizia Ferroviaria è impegnata anche nelle scuole per sensibilizzare gli adolescenti alla cultura della sicurezza individuale nel contesto ferroviario. Oltre 1700 gli studenti raggiunti dagli agenti nelle classi per educare i giovani sulla sicurezza personale. Il dato però risulta comunque nettamente inferiore alle aspettative a causa della pandemia che ha ostacolato le suddette attività didattiche.






Comments


bottom of page