top of page

Termini Imerese: riciclaggio e bancarotta fraudolenta, due arresti




Gli agenti della Guardia di Finanza di Palermo hanno arrestato, nella cittadina di Termini Imerese, un uomo e una donna con l’accusa di bancarotta fraudolenta, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita e autoriciclaggio. Inoltre, il gip di Termini Imerese ha emesso l’ordine di sequestro preventivo di una società di trasporti operante nel territorio nazionale - del valore di oltre 700.000 euro - con sede legale e base operativa nella zona industriale della stessa città. L’indagine sui due soggetti è scatta nel marzo 2021, dopo il fallimento di una società operante nel settore dei trasporti su strada. I militari, servendosi di intercettazioni telefoniche e documenti contabili sono riusciti a ricostruire il quadro della situazione, scoprendo che i due titolari della società avrebbero svuotato i conti di quest’ultima in maniera illegale, lasciando così un enorme passivo nei confronti di fornitori e altri soggetti. Quindi, per proseguire nel loro piano di riciclaggio, l’uomo e la donna avrebbero creato una nuova società intestata a dei prestanome, così da recuperare il denaro dell’attività precedente. Scoperto ciò, gli agenti hanno sottoposto sotto sequestro la nuova azienda e denunciato i prestanome. Quest’ultima è adesso affidata ad un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Termini Imerese. (ANSA)

Comments


bottom of page