top of page

Torna il Rito della Luce nella Piramide 38° alla Fiumara d’Arte.


Il 21 giugno, il solstizio d’estate, cioè la rinascita, e, Antonio Presti Fondatore della Fiumara d’Arte, anche quest’anno celebrerà la bellezza con il Rito della Luce nella Piramide 38° parallelo nel territorio di Motta d’Affermo.

La piramide sarà aperta dalle ore 16:00 fino al tramonto domenica 12, 19 e 26 giugno.

A differenza degli anni scorsi dove si erano esibiti gli artisti, quest’anno, l’ideatore ha voluto dedicare il rito alla speranza, alla pace, attraverso il silenzio e la riflessione.

La novità che propone Antonio Presti ai partecipanti al Rito, oltre al coinvolgimento sensoriale dell’anima, è poter esprimere un concetto di pace attraverso immagini o scritti, e così comporre il “Diario della Pace”, per affermare, la potenza della Bellezza e della sua Conoscenza, come afferma lui stesso.

A questo scopo ai piedi della piramide ci sarà un’opera realizzata per raccogliere i messaggi e divulgarli sui canali social, inoltre, le frasi più toccanti ed emozionali, saranno selezionati e faranno parte di una installazione multimediale universale che verrà esposta nel Museo Albergo Atelier sul Mare.

La Piramide – 38° Parallelo di Mauro Staccioli, è alta trenta metri, orientata a nord-ovest e spaccata da una fessura da cui, al tramonto, penetra la luce. Non sono casuali le sue coordinate geografiche, è infatti collocata proprio al 38° parallelo, bilancia universalmente due opposti: da una parte la Corea, luogo di sofferenza e divisione, dall’altra la Sicilia che con la sua Piramide diventa così luogo di unità e di pace, “Faro di luce” oggi, per il popolo ucraino e per i giovani soldati in prima linea che combattono per la libertà, contro la dittatura.

Essenziale, oggi, dopo la pandemia e con in corso una guerra, convertire tutta l’umanità alla pace, volgere lo sguardo al futuro guardando l’universo attraverso la rinascita, l’arte e la bellezza.

Buona bellezza a tutti!

コメント


bottom of page