top of page

Allo Zen nasce il poliambulatorio "Eugenio Emanuele"



È stato inaugurato in via Luigi Einaudi 99, a San Filippo Neri, il Presidio Sanitario "Eugenio Emanuele", una struttura sanitaria nuova di zecca per fornire al quartiere Zen di Palermo, e nelle zone circostanti, un’assistenza sanitaria a 360 gradi.

La realizzazione del centro è stata possibile grazie alla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale su preciso impulso del suo presidente, Emmanuele F.M. Emanuele, ed è dedicato alla memoria del padre medico palermitano che si occupò in vita, con grande spirito di abnegazione, dei più bisognosi.

Il progetto vede protagonisti anche l’Associazione Laboratorio Zen Insieme in collaborazione con lo Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari) di Palermo che è proprietario dell’immobile e grazie al contributo della Fondazione sono stati realizzati i lavori di restauro e rifunzionalizzazione, nonché l’acquisto degli arredi e della strumentazione utile alle attività di base.

I servizi offerti includeranno: ambulatori di medicina generale e pronto intervento, diagnostica ecografica di primo livello, prestazioni riguardanti il settore materno-infantile (ginecologia, logopedia, neuropsichiatria infantile, riabilitazione dei disturbi evolutivi). A questi si aggiungeranno le specializzazioni più congrue ed utili nella risposta alle esigenze sanitarie impellenti della comunità. Così, se cardiologia e ginecologia avranno uno spazio fisso dedicato settimanalmente, anche eventuali richieste aggiuntive potranno essere soddisfatte attraverso il contributo di numerosi specialisti (neurologia, endocrinologia, neonatologia, ortopedia) e grazie alla relazione già instaurata con volontari e volontarie di altre realtà ambulatoriali presenti e attive in città.

Il mecenate Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, ha commentato così l’iniziativa: “Sono davvero felice di inaugurare oggi a Palermo questo presidio sanitario, e ciò principalmente per due ordini di motivi: in primo luogo per la memoria di mio padre e del suo impegno, oltre che nel campo sanitario, in quello umanitario, in particolare a favore dei meno fortunati nella scala sociale, coloro che spesso definiva ‘gli ultimi’, per i quali si è sempre speso senza risparmiarsi; in secondo luogo, per la mia conseguente visione, ispirata dalla condotta di mio padre, che nel corso della vita mi ha spinto ad aiutare sia i malati che i meno fortunati, realizzando nel nostro Paese ed anche al di fuori dei confini nazionali progetti di rilevante impatto sanitario e sociale. È un progetto al quale tengo particolarmente, ossia la creazione di un ambulatorio polifunzionale adatto a rispondere alle esigenze sanitarie primarie di una comunità spesso emarginata, in un quartiere difficile della mia città natale. Si tratta di un’iniziativa che ritengo doverosa per un’istituzione, quale è la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale che mi onoro di presiedere, da sempre attenta alle esigenze dei territori dell’area mediterranea, con particolare riguardo alle gravi problematiche sociali che affliggono la nostra epoca”.

Grande soddisfazione anche da parte del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando che commenta così: “E’ un atto di amore verso la città da parte della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, che ha pensato di dedicare questo spazio ad un medico palermitano. Esprimo grande gratitudine verso la Fondazione e il suo presidente Emmanuele Emanuele che è stato nominato da me tre anni fa ambasciatore delle culture per la sua capacità di vivere relazioni internazionali di altissimo livello, ma questo non gli ha fatto dimenticare la sua città. Lui mette insieme radici e ali, mette insieme le esigenze di prevenzione, di salute dello Zen e dell'intera città con la sua visione internazionale”.

bottom of page