top of page

Messina, l’ok del gruppo misto a De Luca su approvazioni di delibere importanti



“È inaccettabile che certi consiglieri cerchino scuse per non approvare atti fondamentali per la vita amministrativa e per quella dei messinesi”. Aveva scritto ieri in una nota l’ex sindaco Cateno De Luca riferendosi anche alle due occasioni a distanza di un anno in cui alcuni consiglieri e il presidente del Consiglio comunale hanno rifiutato di trattare la relazione annuale del Sindaco, chiedendo al gruppo misto, cioè a quei consiglieri che con vero senso di responsabilità hanno sostenuto in questi anni la sua azione amministrativa, di sottoscrivere tutte le proposte della sua amministrazione che giacciono nei cassetti tranne la proposta relativa alla rimodulazione del piano di riequilibrio. “Perché - scrive - piuttosto che vederla fatta oggetto di azioni di sciacallaggio, inclusa la bocciatura, preferisce che la Corte dei conti si pronunci definitivamente in tempi assai più brevi sul buon lavoro da noi già svolto”.

E cosi il consigliere Nello Pergolizzi in una nota comunica in riscontro alla richiesta di De Luca che sarebbe da irresponsabili non agevolare l’approvazione di delibere importanti per la comunità e che pertanto come gruppo misto, al fine di garantire la continuità amministrativa, si assumeranno la responsabilità di sottoscrivere e votare alcune delibere giacenti presso la presidenza del consiglio comunale (Piano alienazione immobili e bilancio preventivo) pur tuttavia consentendo alla restante parte del consiglio comunale di assumersi o meno la responsabilità di votarli.

Diversamente e sempre concordemente a De Luca, al fine di agevolare e ridurre i tempi per la decisione della Corte dei Conti, dichiarano altresì di non sottoscrivere la proposta di delibera relativa alla rimodulazione del piano di riequilibrio.

Comments


bottom of page