top of page

Valle del Mela: tramonta definitivamente l'ipotesi della costruzione del termovalorizzatore

La società A2A ha abbandonato il ricorso per la costruzione del Termovalorizzatore nella Valle del Mela.

Dopo anni di proteste da parte degli ambientalisti e dei tanti cittadini che vivono nelle zone limitrofe del polo industriale, oggi è stata posta la parola fine alla realizzazione dell’inceneritore della Valle del Mela. In poche parole A2A ha abbandonato il ricorso che aveva posto in essere. Il mancato ricorso è stato possibile grazie alle scelta della stessa A2A, la scelta è quella di una riconversione green della centrale.


Il piano di A2A è quello di riconversione a biometano e di un ciclo produttivo che abbandona l’olio combustibile. Si parla anche di energia solare e lavorazione della plastica. Da quanto si apprende, nell’impianto che ricade nella Valle del Mela, la plastica verrà selezionata ma non bruciata. Un piano di riconversione, quello su cui punta A2A di 450 milioni di euro che ha spinto la società ad abbandonare il ricorso sul termovalorizzatore.



Le dichiarazioni del sindaco di San Filippo del Mela, Gianni Pino

«Con decreto decisorio n. 7023/2022 del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, depositato in data 30 agosto 2022, è stata dichiarata la perenzione del ricorso n. 2146/2016, a suo tempo presentato dalla società A2A, avverso il provvedimento di diniego alla richiesta di realizzazione dell'inceneritore (o del termovalorizzatore) nel territorio del Comune di San Filippo del Mela.


Con questo provvedimento è stata, con molta probabilità, messa la parola FINE alla realizzazione di quell'opera, anche perché l'azienda sta portando avanti l'ipotesi alternativa di riconversione della centrale, già presentata nell'aula consiliare del Comune di San Filippo del Mela. Questo importante risultato è stato ottenuto grazie al lavoro ed all'impegno di tutti (istituzioni, associazioni e singoli cittadini) e, soprattutto, grazie al fatto che, per una volta, si è riusciti a fare squadra, per portare avanti la voce dell'intero comprensorio, che, in maniera inequivocabile, HA DETTO NO alla realizzazione dell'impianto».

Comments


bottom of page