top of page

Veronica Maya a Benigno: sei un ingrato beneficiato


La singolare polemica venuta fuori dall’attore Francesco Benigno esattamente il giorno dopo la conclusione del Festival del Cinema Italiano giunto al termine per quest’anno, sabato scorso a Milazzo, nulla avrebbe fatto pensare che Veronica Maya scrivesse un commento in un post Facebook di ieri al direttore del Festival, Franco Arcoraci, il quale da fonti sicure, non voleva assolutamente tirarla in ballo in questa situazione a dir poco antipatica e per il rispetto e la stima reciproca che li lega ma che invece ha scritto.

Ecco il testo integrale con le parole che invece Veronica vuole rendere quanto più pubbliche, affinché tutti possano farsi un’idea della situazione per comprendere cosa c’era dietro la polemica accesa da Benigno.



Caro Franco

Spero che questo mio messaggio venga letto da tutta la tua platea, sia dei sostenitori che dei detrattori che purtroppo ci sono sempre 

Ti devo chiedere scusa 

Perché il CASO BENIGNO è purtroppo sorto da una mia telefonata. 

L’attore in questione settimane fa, mi chiamo’ con la moglie per lamentarsi che l’organizzazione del Festival non avesse tenuto in considerazione un grande attore come Benigno, chiedendomi di essere invitato. Per umanità e con educazione cario Franco , ti chiamai per chiederti se gentilmente potessi invitarlo al tuo Festival. Cosa che tu hai fatto immediatamente, perché anche tu sei una persona generosa ed educata. Ciò evidentemente non è bastato a placare la sete di visibilità o non so cosa di Benigno, che evidentemente desiderava un altro tipo di attenzione . Forse voleva solo essere invitato per poi criticare come ha fatto e la cosa mi dispiace immensamente perché se mi fossi fatta i cazzi miei ora non saremmo qui a discutere di questo sgradevole personaggio. Mi dispiace Franco

Perché non lo meriti

So quanto è difficile ereditare un Festival ed organizzarlo in poco tempo eppure ci sei riuscito, con capacità , coraggio e professionalità. 

Tutto per carità si può migliorare, ognuno di noi sicuramente l’anno prossimo dara’ ancora di più… ma dico a chi critica: organizzatele voi le cose se ne avete merito e competenza, dimostrate con i vostri fatti che siete migliori altrimenti tacete! 

A Benigno dico: non chiamatemi mai più tu e tua moglie …. Siete l’esempio più triste dell’INGRATIDUDINE DEL BENEFICIATO".

Comentarios


bottom of page