top of page

I Carabinieri "Culqualber" ricordano le vittime della strage di Nassiriya

Il 12 novembre scorso ricorreva il ventesimo anniversario della strage di Nassiriya, in cui persero la vita 12 carabinieri, 5 soldati dell’Esercito Italiano, due civili italiani e nove civili iracheni, e furono numerosi i feriti.


La commemorazione si è svolta con una commenda in suffragio presso la caserma “Antonio Bonsignore” di Messina, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” con una messa di suffragio. Presenti i familiari del S. Ten. Giovanni Cavallaro e del Maresciallo Aiutante sostituto ufficiale di pubblica sicurezza Alfio Ragazzi, militari dell’Arma originari di Messina che persero la vita in quel tragico evento.


Alla funzione religiosa, hanno preso parte il Comandante Interregionale Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Truglio, affiancato dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Messina, Colonnello Marco Carletti, insieme al Sindaco Federico Basile, al Viceprefetto Francesco Milio e ai vertici locali delle Forze Armate e di Polizia, nonché una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dei Carabinieri di Messina.


Dopo la “Preghiera del Carabiniere”, il Comandante Interregionale, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Truglio, ha rivolto un pensiero ai familiari delle vittime della strage e ha deposto un cuscino floreale all’altare della Patrona dell’Arma dei Carabinieri “Maria Virgo Fidelis”.

Comments


bottom of page