"fRANCHITTO" PRENOTA UN POSTO ALLA PRIMA
blog teleespazio messina 611
Cerca

Serie A: Ecco i verdetti definitivi


L'ultimo turno di Serie A Tim ha fatto chiarezza sugli ultimi dubbi di classifica, con non poche sorprese per quanto riguarda la zona Champions, vediamoli con ordine:


L'Inter, già vincitrice del Campionato non molla la presa e batte per 5-1 un'Udinese che non ha nulla da chiedere, regalando un'opportunità a Daniele Padelli, subentrato, alla prima ed ultima presenza con il Biscione. Marcatori la solita Lu-La, Perisic, Young, Eriksen per i nerazzurri, Pereyra dagli undici metri per i friulani; Standing ovation al momento della sostituzione per Rodrigo De Paul, (probabilmente) all'ultima con i bianconeri.


Il Milan fa il colpaccio al Gewiss Stadium di Bergamo dove, con un sonoro 0-2, battono l'Atalanta e s'assicurano sia la qualificazione in Champions, sia il secondo posto, scavalcando proprio i bergamaschi, grazie alla doppietta dagli undici di Frank Kessié, ex della partita. I rossoneri, fra l'altro rischiavano di stabilire un record negativo: essere la prima squadra a vincere il campionato d'inverno e non qualificarsi nell'Europa che conta nella storia della Serie A.


La Juventus incarna alla perfezione il suo "Fino alla fine" e priva di Ronaldo batte in trasferta il Bologna, con il risultato di 1-4, grazie alle marcature di Chiesa, Morata (doppietta) e Rabiot per i piemontesi, gol della bandiera dell'ex Orsolini per l'1-4 degli emiliani.


Il Napoli fa harakiri, pareggiando in casa contro un Verona capace di chiudersi a riccio e approfittare degli spazi liberi per pareggiare con Faraoni al vantaggio dell'ex Rrhamani, condannando i partenopei all'Europa League, insieme alla Lazio che, perdendo a Reggio Emilia col Sassuolo per 2-0, illude i neroverdi che s'arrendono solo contro gli scontri diretti per il posto in Europa Conference League a cui accede la Roma, che pareggia a La Spezia per 2-2, dopo essere stata in doppio svantaggio.



Alessio Caruso